STAGE E CORSI DI FORMAZIONE PER ATTORI

 ESCAPE='HTML'

I percorsi di formazione e produzione proposti da Oucloupo hanno come punti di riferimento la pedagogia del Clown secondo Pierre Byland, lo studio della neutralità e le tecniche dell’arte di strada e hanno l'obiettivo di formare degli attori.

Il «clandestino» è un clown in incognito, senza naso rosso né trucco, che passa per la strada, nella pista di un circo, in un teatro, in una sala conferenze… ovunque vi sia un potenziale pubblico.  Potrebbe essere un Tizio qualunque ma qualcosa, nel suo ritmo, nella camminata, nelle azioni, nell’energia, è un po’ sfasato, esce dalla “norma” e crea un dubbio: è vero? è finto? è un attore? chi è?

Il clown “clandestino” è un pretesto pedagogico che conduce l’attore a sperimentare la propria presenza e la propria capacità di fare presa sul pubblico, raccontare una storia, utilizzare al meglio lo spazio scenico, interagire con gli altri attori e con l’ambiente in cui si muove e a giocare, in equilibrio precario fra realtà e finzione, al “doppio gioco del teatro”.

In una messa in scena teatrale o in un set cinematografico, questi elementi serviranno all’attore come punti di riferimento per diventare regista di se stesso e trovare l’essenza della propria azione nel repertorio dei linguaggi umani che appartengono a tutti noi.

PROGRAMMA DI LAVORO

• La Maschera neutra: neutralità, energia, ritmo, ascolto, coro.

• Tecniche di improvvisazione: ascolto del pubblico, tempo d’arresto, gioco degli sguardi.

• La Tragedia: urgenza e verità del linguaggio teatrale.

• Il Clown Clandestino: il clown in incognito, senza naso rosso.

• Momenti di lavoro in strada, spazio teatrale naturale nonché terreno di esercizio ideale per gli attori e luogo di formazione e sperimentazione a contatto col pubblico.

PARTECIPANTI

Il percorso di formazione si rivolge sia ad attori professionisti sia a tutti coloro che, sentendosi fortemente motivati, intendono scoprire le basi del linguaggio del clown e della sua tragica presenza, anche se credono di non avere talento per il teatro e pensano di non essere in grado di fare gli attori.  Ognuno è responsabile della propria assicurazione.